ASSOCIAZIONE NAZIONALE BERSAGLIERI - PORDENONE
Sezione “MM.OO. Fratelli De Carli”……dal 1907

            

NOVEMBRE 2013

sabato 2 "Commemorazione dei Defunti, con le stellette". Presso la chiesa di San Francesco in via Cappuccini, officiata dal cappellano militare Don Arturo Rizza, è stata celebrata una messa in suffragio di tutti i Caduti militari; presenti le massime Autorità civili (a meno della Provincia) e militari. In corteo è stato successivamente raggiunto il vicino cimitero comunale dove è stata deposta una corona davanti alle lapidi che ricordano i caduti militari italiani e austro-ungarici.

     

Una rappresentanza della Sezione (Bersaglieri Vicenzotti e Greco Gambino) con il Labaro sezionale ha partecipato alla cerimonia presso il monumento ai Caduti di Sarone, su invito del Comune di Caneva.

domenica 3 Tour a Grisignana (HR), Pirano (SLO) e Trieste.

Una giornata entusiasmante quella vissuta dai fanti piumati del Noncello per il tour  magnificamente organizzato dal Presidente Alfredo IMBIMBO

Nonostante le pessime previsioni meteo ma confidando sul buon auspicio di “papà Sandrin” (Alessandro La marmora, fondatore del Corpo nel 1836), con un pullman da 80 posti, accompagnati da una folta rappresentanza delle Sezioni di Fiume Veneto e di Azzano X, di buon mattino i bersaglieri della locale Sezione “MM. OO. F.lli De Carli” sono partiti alla volta di Grisignana in Croazia. Splendido paesino di 1000 abitanti nell’entroterra istriano famoso per la vitalità artistica (ogni anno infatti organizza una famosa “Ex- Tempora” che vede coinvolti più di 500 artisti da tutto il mondo e anche concerti jazz di notevole spessore) ma anche per la presenza della più grande Comunità di Italiani d’Istria. Proprio il suo Presidente, Mauro Gorjan, ha accolto con entusiasmo i partecipanti e con piacere li ha accompagnati in un giro turistico.

Dopo aver visitato la loro Sede, i bersaglieri si sono congedati lasciando un proprio gagliardetto e la promessa di ritrovarsi con tale Comunità in futuro per condividere alcune attività.

Successivamente è stata raggiunta Pirano (Slovenia) e dopo una passeggiata sullo splendido lungomare, una foto nella piazza principale davanti alla statua dell’artista italiano Tartini ed il pranzo a base di pesce, la comitiva “piumata” ha raggiunto Trieste per partecipare all’anniversario dello sbarco dei bersaglieri (3 nov. 1954) e il definitivo ritorno della città all’Italia.

Da piazza Oberdan il “serpentone” di bersaglieri ha percorso i lunghi viali della città raggiungendo infine il molo “Bersaglieri” dove si è svolta la cerimonia di deposizione di una corona davanti alla statua dedicata proprio ad un rappresentante di questo Corpo tanto amato dai triestini ed opera dell’artista Fiorenzo Bacci. A conclusione della manifestazione si è tenuta in piazza Unità d’Italia, gremita di folla, la cerimonia dell’ammaina Bandiera ed un concerto della fanfara locale.

      
     
     

 

Una Rappresentanza della Sezione (Bers. Silvestrin e bers. Vecchio) con il Labaro sezionale ha partecipato a Roveredo in Piano ai festeggiamenti organizzati dalla locale Amministrazione comunale per la Festa dell'Unità nazionale e Giornata delle Forze Armate.

 

Lunedì 4 Pordenone: Festa dell'Unità nazionale e Giornata delle Forze Armate. La festa è stata celebrata con una cerimonia in p.le "Ellero"; alzabandiera, deposizione corona al monumento ai Caduti, discorsi del Sindaco Pedrotti e del Prefetto.

     

Mercoledì 6 in Sede Marinai: serata con Ditta, pizza, castagnata con vino novello, dolci delle Signore. Presenti 27 coppie.

- sabato 9 presso la Sede dell'A.I.S.M. provinciale ore 15.30: "CASTAGNATA A.I.S.M." per ringraziare quanti hanno collaborato alla vendita delle mele per l'AISM; presente una Rappresentanza della Sezione.

 

- domenica 10 presso la "Casa del Bersagliere" di Franco VIDOTTO ore 11: cerimonia per ricordare il decimo anniversario dei Caduti di Nassirya (12 nov. 2003-12 nov. 2013);

             

 

  

     

 

- sabato 16 nov. presso la Sede dell'Ass. Naz. Arma Aeronautica ore 11: festeggiamenti per il 50° della nascita dell'Associazione A.A.