ASSOCIAZIONE NAZIONALE BERSAGLIERI - PORDENONE
Sezione “MM.OO. Fratelli De Carli”……dal 1907

            

Ottobre 2012

domenica 28, casermette di via Molinari: inaugurazione della Sede dell'Ass. Naz. Paracadutisti d'Italia

Il para Di Giusto, ultimo eroe di El Alamein, ha tagliato il nastro insieme al Presidente Ferrari e all'Assessore Moro in rappresentanza del Sindaco di PN. Presenti l'ex Sindaco Bolzonello e le Associazioni presenti nella stessa infrastruttura.

martedì 16, Caserma "Leccis" a Orcenico S.: cerimonia di rientro dell'11° rgt bers. dal Kosovo

Alla presenza del Gen. C.A. Bernardini, Cte delle FOTER e del Gen. C.A. Errico, Cte del 1° FOD si è svolta la cerimonia per salutare i Bersaglieri in rientro dal Kosovo. Dopo aver assunto il Comando del reggimento il Col. Cornacchia, sono affluiti i Gonfaloni e i Labari delle tante sezioni bersaglieri; quindi ha chiamato a se la Bandiera di Guerra, ha presentato la forza al Cte delle FOTER e dopo averlo accompagnato in tribuna, ha letto il suo discorso. Dopo il suo intervento, il Gen. Bernardini ha consegnato ai Caporalmaggiori Scelti Alessio Riccardelli e a Nicola Mura rispettivamente la medaglia d'Argento e la medaglia di Bronzo per essersi particolarmente distinti durante la precedente missione in Libano del 2009.

sabato 13 e domenica 14, davanti alla Loggia del Municipio di Pordenone: "UNA MELA PER LA VITA".

I Soci Vecchio, Marcolin, Greco Gambino, Pietrani, Gasparini, Dall'Andre G. e R., Loi, Olin, De Bortoli, Bellavia, De Nardo, Valentino e Imbimbo hanno gestito un banchetto per la raccolta di fondi per l'A.I.S.M.. E' stata coinvolta anche la Fanfara Sezionale che ha eseguito alcuni brani bersagliereschi per attirare l'attenzione dei passanti.

giovedì 11, Abbazia di Sesto a Reghena: celebrati i funerali del Bers. Paolo Fiorindo.

Tutto il Paese di Sesto al Reghena si è stretto intorno alla salma di Paolo Fiorindo, ai suoi Familiari, ai commilitoni dell’11° reggimento Bersaglieri ed ai tantissimi amici. Una folla che non è riuscita ad entrare tutta nella pur capiente Abbazia.

C’erano i Genitori ed i fratelli, i parenti, il Sindaco, il Comandante di Reggimento, il Col. Alfonso Cornacchia, con tutti i Qadri Ufficiali e Sottufficiali ma soprattutto loro i tanti Bersaglieri commilitoni ancora increduli di quanto accaduto. L’emozione era palpabile; particolarmente commosso, il suo Comandante, rientrato per ultimo il 10 ottobre u.s. insieme alla Bandiera di Guerra dalla impegnativa missione in Kosovo dove tutto il Reggimento – compreso Paolo - aveva assolto brillantemente per più di sei mesi al compito assegnato.

Al termine della funzione religiosa, concelebrata anche dal Cappellano Militare Don Arturo Rizza, una Volontaria Bersagliere, a nome dei Commilitoni, ed uno degli amici del Paese hanno letto, a fatica per la commozione, un messaggio di saluto a Paolo prima dell’ultimo viaggio.

All’uscita, mentre la bara veniva portata a braccia dai Bersaglieri con le lacrime al volto e su cui era stato posato il suo cappello piumato, è stato eseguito da un trombettiere il Silenzio d’ordinanza.

Anche la Sezione Bersaglieri di Pordenone, con il suo Labaro ed il Presidente Imbimbo, che per molti anni ha militato proprio nello stesso Reggimento, ha voluto testimoniare la sua vicinanza alla famiglia ed ai Bersaglieri dell’11° reggimento.

mercoledì 10, Cas. "Leccis" ore 15.30: rientro della Bandiera di Guerra e del Comandante dell'11° rgt. Bers. dal Kosovo.

Dopo quasi sette mesi sono rientrati tutti gli splendidi Bersaglieri che hanno ancora una volta tenuto alto il nome ed il prestigio dell'Italia. Grazie e ben tornati Bersaglieri dell'11°!!

La Sezione era presente con il Labaro e una Rappresentanza.

domenica 7 ore 2.00

Un militare di 30 anni, bers. Paolo Fiorindo, è morto nella notte a Sesto al Reghena in un incidente avvenuto sulla provinciale 28. Stando alla ricostruzione della polizia stradale il giovane sarebbe uscito autonomamente di strada, dopo aver sbattuto contro un albero, morendo sul colpo.

Il motociclista è stato trovato questa mattina da un ciclista di passaggio che ha subito attivato i soccorsi, ma l’uomo era già morto.

Il corpo si trovava in un fosso lungo la strada provinciale.

Fiorindo era un militare di carriera ed era appena rientrato da Kosovo. L'altra sera era uscito con gli amici in un bar del posto. Lì si era fermato fino alle 2, poi il tragico rientro a casa.

La Sezione Bersaglieri di Pordenone si stringe commossa idealmente intorno alla Famiglia e al Comandante di Reggimento in questo momento di tristezza e di profondo cordoglio......